raccontare se stessi blog mesh hubRaccontare se stessi sembra la cosa più semplice di questo mondo. Dovrebbe essere facile trovare le parole giuste per descriverci a chi sa poco o niente di noi perché è la storia che meglio conosciamo. Eppure non è mai così. Forse è per questo che uno dei primi temi assegnati dalle maestre a scuola si intitola proprio “Prova a descrivere te stesso” e la stessa domanda ci accompagna in molti momenti della nostra vita.

Il rischio di essere superficiali e scontati è dietro l’angolo, spesso siamo tentati di parlare solo delle cose già evidenti o conosciute ai più, con frasi e immagini che potrebbero annoiare il nostro interlocutore.

Questo è l’errore che non puoi assolutamente permetterti se sei un artista e vuoi essere riconosciuto in quanto tale. Quando devi raccontare ai tuoi fan o a un’etichetta a cui ti stai proponendo chi sei, devi sempre avere chiaro che non stai facendo una chiacchierata con uno sconosciuto, che magari domani non rivedrai mai più, ma hai la prima e più importante occasione per incuriosire il tuo interlocutore. Ricordi quel concept che sta dietro la tua musica che serve a dare coerenza alla tua promozione? Beh, che si tratti di scrivere la parte biografica del tuo sito, la tua descrizione nella fanpage di Facebook o che tu stia rispondendo alle domande di un’intervista, devi trovare le parole giuste per descrivere te come persona e come artista, cosa ti sta a cuore comunicare con le tue canzoni e perché credi di essere diverso.

Quindi, la prima parte del lavoro per elaborare il piano di promozione, è realizzare alcuni fondamentali strumenti che ti aiuteranno a raccontare te stesso:

1) Press kit

È il tuo biglietto da visita e il primo contatto con gli addetti ai lavori. Può essere cartaceo e/o digitale, puoi inserirci tutte le informazioni che ritieni opportune ma ci sono cose che non possono mancare: la tua musica, inviando il cd o la demo oppure indicando un link dove è possibile ascoltare i tuoi pezzi (meglio non allegare direttamente gli mp3!); qualche tua fotografia per far comprendere presenza scenica e raccontare l’immagine della band; la tua biografia artistica accompagnata da eventuali recensioni della tua musica. Inserisci qui tutti i tuoi contatti (tanto lo sai che verranno a cercarti!!) e concentrati sulle prime righe perché non puoi permetterti di annoiare chi legge.

Quindi, quando prepari il tuo kit press, mettici sempre originalità, innovazione e creatività, sii chiaro ed esauriente ma sempre sintetico perché, così, sarà più facile catturare l’attenzione ed evitare che sia abbandonato sulla scrivania o nel cestino della email.

2) Fotografie ufficiali

Sai già quanto sia fondamentale oggi comunicare attraverso le immagini, perché, sommersi di informazioni come siamo, abbiamo più possibilità di colpire e farci dedicare qualche secondo in più di attenzione. Perché questo accada, tuttavia, le tue fotografie devono essere professionali e ben curate. Ne bastano poche ufficiali ma devono descrivere in pochi scatti quel famoso concept: quindi attenzione al look, alla location e alla composizione. Saranno le foto che potrai inserire nel kit press, nel sito internet e nei profili social o che possono servirti per l’artwork dell’album che stai per lanciare.

3) Video ufficiale

Che sia un breve video di presentazione, il videoclip che lancia il tuo singolo o il video live in sala prove, non puoi fare a meno di questo strumento, che ti permette di coniugare la tua musica con le immagini in una sintesi perfetta. Se, però, durante la tua campagna di promozione puoi decidere di pubblicare video registrati all’impronta in particolari situazioni che non siano di ottima qualità tecnica, quando realizzi il video ufficiale non puoi lasciare nulla al caso. Ogni fotogramma deve essere immaginato e realizzato per raccontare la tua musica, poco spazio all’improvvisazione e cura del dettaglio anche in fase di post produzione.

4) Merchandising

Abbiamo già parlato del suo enorme valore per rendere unica l’esperienza dei fan (puoi leggerlo qui) e di come diventi una delle modalità per guadagnare con la propria musica nel tempo in cui il disco non si vende più. Ricorda che per essere ancora più apprezzato puoi diversificare i tuoi gadget a seconda del tuo interlocutore, immaginando cosa puoi essergli più utile e gradito. Valgono sempre le stesse parole: sii creativo!!!!

Allora, sei pronto per raccontare la tua storia?

Mesh Hub si trasforma e si fonde in Publics ICC.

 

Siamo sempre noi, ma con nuovi progetti, nuove tecnologie, nuovi contenuti.

 

Publics ICC

 

 

You have Successfully Subscribed!